IMG_20120909_172920tre

Trasferta lunga e frizzante in zona di “bollicine”: la Franciacorta con i suoi rinomati vigneti e il suggestivo Lago di Iseo, accolgono un gruppetto della Rimini Nord, pronto a cimentarsi nella 2° edizione della Maratona dell’Acqua. I 42 km si sviluppano lungo la sponda Bergamasca del lago, con partenza da Iseo ed arrivo in cima a Lovere. Un tracciato che si può correre anche in coppia: la prima frazione di 21 km da Iseo a Predore, con saliscendi tra i vigneti di Franciacorta, e la seconda frazione tutta lungo il lago sino al traguardo finale di Lovere.

Lo slogan della trasferta è: “Tutti per uno, uno….su TUTTI”. Walter Mondaini, dopo belle gare su distanze classiche in terra di Romagna, si è fatto trascinare e coinvolgere nella preparazione alla sua prima Maratona assoluta.


Michele Di Giuseppe, lo ha convinto, motivato ed allenato durante la calda estate rivierasca. Tabelle, distanze ed alimentazione, sempre sotto la sorveglianza del Tutor Michele, e Walter è pronto per spiccare il grande salto. La trasferta quindi, prende il sapore dell’unione del gruppo, che accompagna Walter verso la realizzazione di questo sogno. Un viaggio iniziatico di passaggio, dall’adolescenza delle corsette all’età adulta della Maratona. Sabato arrivo ad Iseo e tutti in gita a vedere il paese a scoprire le bellezze del lago e poi cena romantica a base di pesce e carboidrati, sull’incantevole Monte Isola in mezzo al lago. Domenica mattina consegna sacche sul lungolago, e tutto è pronto per la grande giornata. Sole pieno, cielo azzurro senza nuvole e temperatura calda. Allungamenti muscolari solitari e lunghi silenzi per Walter che entra nella zona partenza, con il cuore che batte a mille e i pensieri che si scatenano. Maurizio e Cinzia sono a pochi metri ad urlare ed incitarlo. Lo sparo di pistola e via si parte. Adesso è il turno di Clerici e Trantaso entrare nella gabbia per partire nei primi 21 km della staffetta. Percorso nervoso con continue salite, temperatura calda e assenza di vento rinfrescante. Una prima frazione impegnativa. A Predore, ci sono Michele e Gisella Donati, che aspettano i compagni per dare il cambio sul secondo tratto di 21 km. Ma ecco piombare veloce, improvviso in un ora e 40 minuti Walter. Transita con passa energico in zona cambi tra i primi 70 maratoneti. Viaggia veloce a 4.47 di media, e si lancia verso l’altra metà del tracciato. Gamba leggera, tonica e movimento del corpo rilassato. Grande Walter, si è impegnato con volontà e determinazione in questi mesi estivi. Ma ecco arrivare Clerici con il tempo di 1.45.55 che si affianca a Gisella che può così iniziare la sua frazione. Michele guarda continuamente il cronometro in attesa della sua compagna. Vuole terminare la gara sotto le 4 ore. Passano i minuti ma non compare Cinzia in lontananza. Michele si muove, si agita, è nervoso. Eccola arrivare con 2.04.29 e Michele la aggancia e parte veloce, per recuperare il leggero ritardo accumulato sulla tabella. Maurizio e Cinzia salgono sul traghetto che li porterà all’arrivo di Lovere. I trasferimenti in navigazione sul Lago, permettono anche la visione dall’acqua dei maratoneti che si snodano lungo la strada. E’ una piacevole gita. Sbarco a Lovere, pochi minuti in attesa ed ecco arrivare Walter Mondaini, divora il traguardo con un tempo di 3.33.17. Incredibile, eccezionale, fantastico: prima maratona terminata con un tempo strepitoso. Walter è provato dal caldo e dalla mancanza di energia negli ultimi 5 km; ma è stato grandissimo. Ed è Primo Assoluto di categoria; lo speaker scandisce il nome della Società: Atletica Rimini Nord. E’ un orgoglio, una gioia, per noi che siamo lì ad abbracciarci. Grazie Walter e complimenti. Ecco nel rettilineo delinearsi la sagoma di Michele, che riesce a chiudere in 1.53.57, portando la sua coppia “due gocce d’acqua” ad un tempo totale di 3.58.26. Continuano gli arrivi di maratoneti e staffettisti, ed ora si vede anche la tipica andatura a passo breve di Gisella, che taglia il traguardo con 3.14.46, in copia con Maurizio “you and me” chiudono con 5.00.41. Gisella è rimasta a lungo ferma per acciacchi e non ha preparazione atletica; ma è tenace e non molla mai. Ristoro, pasta party e tuffo nell’acqua fresca del lago, felici, gioiosi e chiassosi come bambini in gita scolastica. Abbracci di felicità, per la condivisa impresa di Walter. Rientro sul ponte alto del traghetto, a godersi lo specchio di lago pieno di vele colorate, il sole che scalda la pelle, e la vista che si perde sulle montagne in lontananza. Sul gruppetto cala il silenzio e la stanchezza; ognuno rivede ad occhi socchiusi la propria gara. E’ il momento di godersi questa giornata intensa e piena di emozioni. Il prossimo anno saremo ancora presenti a percorso invertito: Lovere/Iseo; ma sicuramente più numerosi.

Per scaricare la classifica clicca qui.

 

classifica_mondaini

 

modaini

 

sopra

 

fuori